Dwyane Wade al suo ritorno a Miami Heat: The State Father

Dwyane Wade è stato rimandato alla squadra sulla Scadenza del Commercio, con la quale sarà per sempre connesso. Ora assume il ruolo di Elder Statesman per il Miami Heat - forse solo per poche settimane. Esercita la più grande influenza fuori dal tribunale.
 
Ci sono una manciata di giocatori nella storia della NBA che sono identificati al 100% con una franchigia. Kobe Bryant, Tim Duncan e Dirk Nowitzki sono probabilmente i migliori esempi di questa era, Damian Lillard vorrebbe diventare uno. Dwyane Wade è in realtà qualcuno così.
 
Certo, The Flash ha suonato altrove per un anno e mezzo, proprio come alcune altre leggende prima di lui: a chi non piace ricordare Patrick Ewing a Seattle, Hakeem Olajuwon a Toronto o Michael Jordan a Washington? Giusto: a nessuno piace ricordarlo. Il viaggio di Wade a Chicago e Cleveland dovrebbe appartenere alla stessa categoria. A differenza di MJ, Hakeem e Co., il 36enne, tuttavia, ha l'opportunità di correggere nuovamente questo "errore".
 
Con il boss di Heat Pat Riley in grado di saltare la propria ombra e risolvere il litigio, mentre i Cavs-GM Koby Altman stavano lavorando a un'epica "pulizia di primavera" nella squadra intorno alla scadenza commerciale, Wade è tornato a metà febbraio, dove lui appartiene Nella contea di Miami-Dade. O ancora: Wade County.
 
Non aveva mai funzionato così bene ai Cavs, dove Wade aveva firmato un contratto minimo prima della stagione. Tuttavia, non si era aspettato un commercio fino a poco prima: "Non l'ho visto arrivare affatto". Ogni volta che si trattava di voci commerciali, non ho mai prestato attenzione, forse perché non dovevo farlo ", dice Wade, sorridendo.
 
Anche in questo caso, Wade è stato trattato in modo leggermente diverso rispetto al normale giocatore NBA. Come riportato recentemente da ESPN, Altman ottenne il permesso da LeBron James prima di chiedere a Wade se preferirebbe un ruolo ridotto ai Cavs o ad uno scambio. La decisione è stata comprensibilmente facile - così Altman lo ha inviato per l'equivalente molto teorico di un secondo pick up altamente protetto per il secondo turno a Miami.
 
"È stata la migliore scadenza per me, e ho ringraziato GM per avermi messo in una buona posizione", ha detto Wade a Yahoo! Gli sport. "Mi ha mandato dove dovrei essere e volevo." E dove lo volevi anche tu.
 
Wade è, secondo tutti i calcoli, uno dei primi cinque guardiani nella storia della NBA. È un Hall of Famer garantito, una leggenda vivente. Certo, è diventato vecchio - anche questo destino alla fine supererà ogni giocatore. Wade è giocosamente non più una stella nella lega di oggi. A Miami, tuttavia, è ancora Dwyane Wade.
 
È la sua immagine più comunemente vista in città, è la sua maglia che si è esaurita poche ore dopo il commercio. La Miami Vice Wade Jersey è ancora fuori stampa, anche nel negozio di calore ufficiale. È il giocatore che deve dare la maggior parte delle interviste dopo i giochi ed è effettivamente il portavoce della sua squadra. Anche se attualmente sta venendo dalla banca per 22,5 minuti.